ANNO VIII
BENVENUTI !!!!
Cosa ci trovate? Giudizi e parole in libertà soprattutto. Qualche vecchia storia e qualcuna nuova, qualche re nudo, due battutacce; un po' di politica e molta Milano, quella di oggi ma soprattutto quella di ieri. Ancora, un libro che mi ha appassionato o un'altro che non vale la carta su cui è stampato, forse un po’ di musica e molto altro, se accetterete la mia ospitalità. Buona Navigazione!!!!

Articolo del: 09/05/2014

Albert Einstein a Milano

L'inventore della teoria della relatività soggiornò per cinque anni nella città, ma le sue tracce sono labili

Scendendo per via Bigli, poco prima di giungere in via Manzoni, sul muro del palazzo al numero 21, troviamo due lapidi, una in ottimo stato, stringata e veritiera che ricorda Clara Maffei; l'altra in pessimo stato, pomposa e un po' millantatoria, ci racconta come, "in quella dimora" visse "giovinetto", tra il 1894 e il 1900, Albert Einstein. In realtà, in quegli anni, nella casa abitò la famiglia Einstein (il papà Hermann, la moglie Pauline e la sorella Maja) e neppure continuativamente, mentre il futuro genio vi compì fugaci apparizioni. Era, secondo i libri di stato civile, la sua residenza, ma non risultano, dalla sua biografia, frequentazioni o amicizie milanesi.

Originario di Monaco di Baviera, Hermann Einstein era un pioniere dell'elettricità che già nel 1885 aveva illuminato col nuovo mezzo alcuni edifici e il quartiere dell'Oktoberfest e possedeva un'azienda con trecento dipendenti: ottimo tecnico e scienziato, ma pessimo imprenditore, fallì e si trasferì a Milano in cerca di nuove opportunità: la nostra città, dopo che l'ingegner Colombo aveva costruito la centrale elettrica di Santa Radegonda (1883, la prima in Europa) era all'avanguardia nel settore dell'illuminazione e già si pensava allo sfruttamento della nuova fonte come forza motrice.



Articolo del: 02/04/2014

La busecca, una ghiottoneria milanese diventata rara sulle nostre tavole

Ne mangiavamo tanta che i Milanesi erano soprannominati "Busecconi" -

L'insegna di una tripperia, nel 1937, a Porta Venezia
Dal Vocabolario milanese - italiano di Francesco Cherubini, dalla Stamperia Reale (1814): Buseccòn. Milanese. Così è chiamato per antonomasia il nostro popolo dall'amore ch'ei porta alla vivanda conosciuta tra noi col nome di "busecca", cioè trippa. "Sabato trippa" avviso che compariva abitualmente nelle osterie milanesi. In un mondo senza frigoriferi, la macellazione dei bovini e la lavorazione delle carni seguiva un preciso calendario a partire dalla notte sul lunedì. Nel primo giorno della settimana venivano distribuite le più deperibili frattaglie (cervella, animelle, fegato, [ingredienti del tradizionale "fritto milanese"], rognoni, cuore, polmoni [corada], milza [con cui si preparavano saporite minestre di riso]). La trippa (stomaci) resistente e che necessitava di un lungo processo di raschiatura, lavaggio e precottura, giungeva a bottega all'alba del sabato, pronta per essere cucinata in svariati modi, sempre arricchita di aromi e verdure di stagione.

Una ricettaTrippa in umido (busecca a la milanesa). In alternativa, può essere considerata una zuppa, un piatto unico o una pietanza. Rosolate per dieci minuti le trippe miste degli stomaci di vitello in un soffritto di burro, lardo, cipolla, sedano a pezzetti, carote a fettine e salvia, si aggiunga acqua, un pezzo di coda di manzo, pomodoro, fagioli borlotti e verdure di stagione secondo i gusti. Due ore e mezzo di cottura con coperchio, a fuoco lento lasciando riposare alla fine per potere "schiumare" (sgrassare); servire con abbondante formaggio grattugiato. Una variante: solo listelli di foliolo coi borlotti, foijoeu cont i borlott. Naturalmente, oggi la ricetta si può alleggerire usando per il soffritto iniziale dell'olio, meglio se di semi.

Articolo del: 05/03/2014

Le storie di piazza Irnerio

Quella delle disavventure toponomastiche non è l'unica storia della piazza dove sono nato e vi annoierò con altre



LA GIRAFFA AZZURRA
Questo è il blog della salute. Lo leggi e stai bene. Lo sfogli e sei bella fuori e pulita dentro. Collabori e fai pure pipì. La Giraffa azzurra è il sito della salute e io sono il suo profeta.



ULTIMI ARTICOLI
09/05/2014 - Albert Einstein a Milano
02/04/2014 - La busecca, una ghiottoneria milanese diventata rara sulle nostre tavole
05/03/2014 - Le storie di piazza Irnerio
24/01/2014 - Navigli eccetera (capitolo 3 - 1)
14/01/2014 - La cucina milanese
14/01/2014 - Cos’è il tombone di san Marco
14/01/2014 - Navigli eccetera (2-3)
12/01/2014 - Alfano avvisa Renzi
11/01/2014 - Le scemenze del Franco Tettamanti
09/01/2014 - Milano, storia segreta



ARGOMENTI
Giorno per giorno
Milano ieri e oggi
Navigli eccetera
Abbasso i forcaioli
Il Grullo d'oro


Tutti gli articoli
Archivio 2006
Archivio 2007
Guestbook
Inserisci un commento
Home
Fiera del Mercante

RICERCA NEL WEB


Vecchia Milano

NEWSLETTER

Vuoi ricevere la nostra Newsletter? Inviaci il tuo indirizzo e-mail. Grazie

e-Mail:
Iscrivimi: Cancellami:


WEBMASTER
DGt Web - Internet e Software solutions
INTERNET POINT - Il Portale degli affari tuoi in Internet - FieraDelMercante.it

La Giraffa Azzurra - Scenari By Luciano Forcellini & Yorick